Crescono le aspettative e si avanzano le autocandidature per le attività connesse all’EXPO 2015.

Pensando al titolo che caratterizzerà l’evento (“Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”), la vicepresidente Beccalossi sottolinea che l’appuntamento del 2015 “potrà declinare l’alimentazione in tutti i suoi molteplici aspetti, dalle tecnologie innovative alimentari all’educazione al cibo e alla valorizzazione culturale dell’alimentazione come ricerca di qualità, salute e sicurezza”. Con il 15% della produzione nazionale, la Lombardia è la prima regione italiana nel settore agro-alimentare. Una produzione caratterizzata dall’eccellenza, come risulta da una ventina di prodotti Dop (Denominazione origine protetta) e Igp (Indicazione geografica protetta) e dai 15 vini Doc (Denominazione origine controllata) e 4 Docg (Denominazione origine controllata garantita). “Con questi finanziamenti – aggiunge Viviana Beccalossi – sarà possibile comunicare ancora meglio il valore dei nostri prodotti: dalla Bresaola della Valtellina ai Salami di Mantova e della Brianza, dal Taleggio al Grana Padano, dalle Bollicine della Franciacorta al Pinot Nero dell’Oltrepo’ pavese e ancora dai vini della Valcalepio a quelli di San Colombano, e così via”. “In Lombardia – conclude la vice presidente – in materia di sicurezza alimentare, il consumatore è garantito da un sistema di regole chiaro, preciso e puntuale. I nostri disciplinari sono applicati rigorosamente e le infrazioni, per chi non rispetta le norme, vengono punite puntualmente”.

Questo il dettaglio dei finanziamenti, suddiviso per provincia.
– PROVINCIA DI BRESCIA: 10 progetti per un totale di 300.000 euro (Strada dei Vini e dei Sapori del Garda, Associazione Strada del Vini Franciacorta, Consorzio per la tutela del Franciacorta, Strada del Vino Colli dei Longobardi, Cantine della Valtenesi e della Lugana, Consorzio Garda Classico, Consorzio Tutela Lugana Doc, Ente Vini Bresciani, Consorzio Terra Bresciana, Cooperativa Valle di Bagolino).
– PROVINCIA DI BERGAMO: 8 progetti per un totale di 220.000 euro (Consorzio Tutela Taleggio, Associazione Strada del Vino e dei Sapori della Valcalepio, Consorzio Tutela Valcalepio, Associazione Produttori Biologici Bergamaschi, Agripromo Bergamo, Cooperativa Agricola Sant’Antonio Val Taleggio, Consorzio Tutela Moscato di Scanzo, Vignaioli Bergamaschi).
– PROVINCIA DI COMO: 1 progetto per un totale di 44.000 euro (Fondazione Centro Lombardo IFOF – Scuola di Minoprio).
– PROVINCIA DI CREMONA: 4 progetti per un totale di 160.000 euro (Associazione Strada del Gusto Cremonese, Consorzio Tutela Provolone Valpadana, Latteria Soresina, Consorzio salame di Cremona).
– PROVINCIA DI LECCO: 1 progetto per 50.000 euro (Consorzio Salame Brianza).
– PROVINCIA DI MANTOVA: 8 progetti per un totale di 240.000 euro (Associazione Strada dei Vini e dei Sapori Mantovani, Consorzio Provinciale tutela Vini Mantovani, Latteria Sociale Mantova, Consorzio Export 3p.it, Consorzio latterie Virgilio Società Agricola Cooperativa, Consorzio Agrituristica Mantovano Verdi terre d’acqua, Consorzio Provinciale “Terra di Virgilio”, Associazione la Strada del riso e dei risotti mantovani).
– PROVINCIA DI MILANO: 3 progetti per un totale di 90.000 euro (Consorzio Volontario Vino D.O.C. San Colombiano, Strada del Vino San Colombano e dei Sapori Lodigiani, Consorzio Qualità Carne Bovina).
– PROVINCIA DI PAVIA: 7 progetti per un totale di 190.000 euro (Consorzio Tutela Oltrepò Pavese, Strada del Vino e dei Sapori dell’Oltrepò Pavese, La Versa – Viticoltori, Club del Buttafuoco Storico, Torrevilla Viticoltori Associati, Associazione Moscato di Volpara, Consorzio Pavia Export).
– PROVINCIA DI SONDRIO: 7 progetti per un totale di 230.000 euro (Consorzio di Tutela dei Formaggi Casera e Bitto, Consorzio per la Tutela dei Vini di Valtellina, Consorzio per la Tutela del nome della Bresaola della Valtellina, Consorzio Tutela Mele di Valtellina, Associazione Strade del Vino e dei Sapori di Valtellina, Cantina Cooperativa Villa di Tirano e Biancone, Latteria Sociale Valtellina).
– PROVINCIA DI VARESE: 1 progetto per 50.000 euro (Associazione per la Produzione della Formaggella del Luinese).

A questi progetti se ne aggiungono 9 a dimensione regionale per un totale di 290.000 euro (Consorzio per la Tutela del formaggio Gorgonzola, Consorzio per la tutela del Formaggio Grana Padano, ALA.bio – La Buona Terra, Associazione florovivaisti della Lombardia, Movimento Turismo del Vino Lombardo, Consorzio Produttori da Agricoltura Biologica, AOP Unolombardia, Associazione Italiana Agricoltura Biologica-Lombardia, Associazione Regionale Turismo Verde-Lombardia). (Ln)

Un tram chiamato EXPO